CARELIA, lo scrigno prezioso e sconosciuto del Grande Nord

  Share!  

I VIAGGI DI ODISSEOCARELIA, lo scrigno sconosciuto del Grande Nord custode della vera essenza russa – 10 gg. (dal 6 al 15 Settembre 2019

La Carelia, che si estende dalle coste del Mar Bianco fino al Golfo di Finlandia, è una vasta regione piena di fascino ma ancora pressoché sconosciuta. Una terra di placida bellezza e fitta di boschi, pervasa da un silenzio quasi irreale e segnata dalla costante presenza dell’acqua, tra fiumi, acquitrini e laghi ora minuscoli ora immensi come l’Onega e il Ladoga. Un angolo di Russia dove alle sconfinate distese argentate di pioppi tremuli della taiga si alternano antichi villaggi che custodiscono non solo splendidi esempi di architettura in legno, come la superba chiesa della Trasfigurazione di Kizhi, che sfida da secoli i freddi venti provenienti dal Grande Nord, ma anche importanti centri della spiritualità ortodossa come il monastero di Valaam, un autentico gioiello architettonico sospeso sull’acqua e ritornato agli antichi splendori dopo le repressioni dell’era sovietica, o come l’austero centro monastico fortificato che si erge sull’isola maggiore delle Soloveckij. Ma la Carelia è anche un luogo arcano, da sempre considerato terra di confine con il mondo soprannaturale, com’è testimoniato dai misteriosi labirinti di pietra costruiti in epoche remote su un isolotto (vedere programma dettagliato nel pdf di seguito allegato).

Speciale Carelia pdf

 

Share on Top Social Networks, by eMail, Google Plus, and more!